Coronavirus, c’è un caso in Ticino E a Como il Comune chiude a metà

Coronavirus, c’è un caso in Ticino
E a Como il Comune chiude a metà

Uomo di 70 anni contagiato: «Il virus contratto a Milano». Palazzo Cernezzi a mezzo servizio per tutta la settimana

Primo caso accertato di Coronavirus in Canton Ticino: si tratta di un uomo di 70 anni. A comunicarlo è stato l’ufficio federale svizzero della sanità. Nei giorni scorsi le autorità sanitarie elvetiche avevano inviato al laboratorio di analisi di Ginevra una serie di tamponi prelevati da tutti i casi sospetti registrati nella Confederazione. L’esito ha accertato che un paziente ticinese di 70 anni è risultato positivo. L’uomo si era recato a Milano il 15 febbraio scorso e qui avrebbe contratto il virus. I primi sintomi risalgono al 17 febbraio. Attualmente l’uomo è ricoverato in isolamento in un ospedale ticinese ma «sta bene».

Nel frattempo a Como il Comune ha confermato che le disposizioni che prevedono la chiusura parziale degli uffici di Palazzo Cernezzi proseguirà per tutta la settimana. In particolar modo resta la raccomandazione a tutti di non presentarsi in Comune se non per motivi veramente urgenti e, comunque, di chiamare prima di presentarsi. Inoltre tutti i servizi di front office dell’amministrazione sono stati trasferiti al pian terreno nell’ufficio anagrafe, l’unico dotato di barriere di protezione tra gli operatori e il pubblico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA