Elezioni provinciali, affluenza in netto calo  Clamoroso: vince Bongiasca su  Mascetti
La sede dell’amministrazione provinciale

Elezioni provinciali, affluenza in netto calo

Clamoroso: vince Bongiasca su Mascetti

Amministratori alle urne: ha votato il 57% del totale. Per soli 63 punti il vicepresidente uscente batte il sindaco di San Fermo: 33.740 a 33.677

Clamoroso a Villa Saporiti: nonostante venisse dato per favorito, il sindaco di San Fermo Pierluigi Mascetti è stato sconfitto dal vicepresidente uscente Fiorenzo Bongiasca, primo cittadino di Gravedona e Uniti. Per una manciata di punti: 33.740 a 33.677. Sono solo 63 punti di differenza. In pratica tre amministratori di piccoli Comuni.

A decretare il ribaltone il seggio numero 1, visto che in quello centrale Mascetti ha vinto con 24.921 punti rispetto ai 17.915 di Bongiasca (affluenza al 59,09%).

Avevano diritto al voto 1721 tra sindaci e amministratori. La sfida a due alle 22 - dopo le due ore di “Extra-time” di apertura delle urne - ha visto ai due seggi di Villa Gallia il 57% degli aventi diritto (quattro anni fa il dato finale era pari al 79,29%, ma in quell’occasione si votava anche per il consiglio provinciale, dunque non solo con i candidati presidente, ma anche con gli aspiranti consiglieri). Con 370 di indice di ponderazione, contro il 21 dei piccoli Comuni, alla luce del dato dei votanti sono proprio le due cittadine più popolose del territorio a fare la differenza.

Alle 17 l’affluenza ai seggi era pari al 30% degli aventi diritto. È poi salita al 53% alle 20 al seggio centrale ed al 48% al seggio 1. I due candidati alla presenza hanno votato entrambi in mattinata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA