Faggi da abbattere  al liceo Giovio   «Troppo pericolosi»
I faggi destinati all’abbattimento nel giardino del liceo Giovio

Faggi da abbattere

al liceo Giovio

«Troppo pericolosi»

Rammarico da parte degli studenti e dei prof. Ma l’ente provincia non fa sconti: «Prima la sicurezza»

Per tutelare la salute degli alunni, entro lunedì saranno tagliati quattro faggi all’interno del liceo Giovio. La decisione è stata presa dall’amministrazione provinciale, dopo la visita effettuata da un esperto che ha decretato l’urgenza di procedere al taglio dei quattro arbusti, collocati all’interno del giardino del liceo di via Paoli. Sul posto, successivamente, anche la guardia forestale.

«Non si può rischiare in nessun modo l’incolumità degli studenti – spiega il dirigente di villa Saporiti Bruno Tarantola – vale più di ogni altra cosa. I controlli sono stati fatti da un agronomo specialista: ci ha segnalato gli arbusti in grave pericolo di stabilità e per i quali era necessario la rimozione immediata».

Gli alberi, purtroppo, hanno una vita pure loro e quindi, a un certo punto, finisce. I faggi del Giovio sono bellissimi e accompagnano la vita degli studenti del liceo. Del resto, la pianta è una delle più conosciute e apprezzate in Europa.

Inevitabile il dispiacere da parte di studenti e personale scolastico, affezionati come tutti agli alberi. Del resto, però, la sicurezza va messa al primo posto. Inoltre, proprio lì vicino, da alcuni giorni sono cominciati i lavori per la realizzazione del serbatoio interrato di riserva e rilancio per la rete idrica antincendio. In questo modo, sarà poi possibile presentare la “scia” ai vigili e ottenere la certificazione antincendio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA