Fermato con 55mila euro in dogana «Mi servono per acquistare una barca»
Le autorità doganali hanno intensificato i controlli sui movimenti valutari a ridosso del confine di Stato (Foto by Andrea Butti)

Fermato con 55mila euro in dogana
«Mi servono per acquistare una barca»

La gurdia di finanza intercettata un cittadino svizzero in ingresso in Italia al valico di Brogeda. L’uomo non ha dichiarato il possesso della somma, nascosta tra gli abiti nel bagagliaio

Ennesimo fermo al valico autostradale di Como-Brogeda, dove i militari della guardia di finanza del gruppo di Ponte Chiasso hanno intercettato un cittadino svizzero di origini bosniache, dipendente di una ditta privata, da tempo residente in Svizzera, che entrava in Italia trasportando una somma, non dichiarata, di 55mila euro in contanti.

La somma, superiore a quanto previsto dalle normative in materia di circolazione transfrontaliera di valuta, è stata rinvenuta all’interno del bagaglio, nascosta tra i vestiti. L’uomo ha affermato di avere avuto con se la valuta per l’acquisto di una barca in Grecia, ammettendo anche di aver omessò di presentare la prevista dichiarazione valutaria.

Alla fine, ai sensi del D.Lgs. nr.195/2008, i finanzieri, unitamente ai funzionari doganali, hanno proceduto al sequestro di oltre 22.500 euro, parti al 50% dell’importo complessivo rinvenuto eccedente la franchigia ammessa di euro 9.999,99.


© RIPRODUZIONE RISERVATA