«Frode fiscale da 700mila euro»  A giudizio avvocato e fiscalista
L’indagine è stata svolta dal Nucleo di polizia tributaria

«Frode fiscale da 700mila euro»

A giudizio avvocato e fiscalista

Cinque gli indagati nel processo. I due professionisti negano irregolarità: «Profondamente ingiusto il rinvio a giudizio»

Per la procura sono gli amministratori di fatto di una società, la Oem Srl, sede in via Cinque Giornate, al centro di una serie di operazioni finanziarie poco trasparenti finalizzate a una maxi evasione fiscale da 700mila euro.

Una ipotesi di reato che tocca due noti professionisti comaschi, insieme ad altre tre persone, a vario titolo coinvolte nella vicenda.

La società, che si occupava di commercializzare oggetti di elettronica, secondo le conclusioni a cui è giunto il Nucleo di polizia tributaria della Gdf di Como sarebbe stata fittiziamente chiusa e trasferita a Chiasso per sottrarsi al pagamento di debiti tributari per 700mila euro.

Gli indagati da parte loro respingono le accuse.

L’articolo completo sul giornale di venerdì


© RIPRODUZIONE RISERVATA