I grandi eventi sul lago  «Como, è quello il futuro»
Vip, modelle, ospiti internazionali a Como per le sfilate

I grandi eventi sul lago

«Como, è quello il futuro»

Ritorno d’immagine. Il fondatore di Yoox analizza l’impatto delle sfilate Dolce & Gabbana

Un evento che ha raggiunto in poche ore centinaia di milioni di persone grazie a blog e social. Con un ulteriore incremento della consapevolezza del brand lago di Como, anche in fasce diverse come i giovani.

Ma Federico Marchetti, casa in Tremezzina, fondatore e amministratore delegato di Yoox Net-A-Porter, usa un’altra immagine significativa a proposito dell’impatto dell’evento di Dolce & Gabbana sul nostro territorio e sulla nostra economia: sa trasmettere al massimo ciò che è Como ora, ovvero il meglio del nostro Paese in un contesto mondiale.

Lo sguardo di Marchetti – che ha scelto il lago di Como anche come luogo dove vivere – è particolarmente rivelatore su ciò che può fiorire da questo evento (non solo) di moda.

Che si tratti di uno spot importante per il lago, si è già messo in luce. Ma quanto incide tutto ciò sul brand “Lake Como”, al di là dell’indotto immediato che comporta un soggiorno di queste dimensioni e con simili caratteristiche? E come può influire sul turismo in futuro? Marchetti precisa prima di tutto: «Dolce & Gabbana sono partner storici e strategici della mia azienda e sono sempre stati all’avanguardia nel digitale». Poi aggiunge, entrando nel dettaglio: «Se si pensa che le centinaia di persone da loro invitate hanno spesso una forte influenza digitale, significa che i posti meravigliosi del lago di Como saranno visti su instagram, siti, blog da centinaia di milioni di persone. Come un giga-spot del lago con un incremento notevole della sua brand awareness anche su un pubblico più giovane».

© RIPRODUZIONE RISERVATA