I saldi non sfondano, vendite ferme  «Aumentare l’Iva sarebbe un disastro»
Sul livello dello scorso anno le vendite per i saldi estivi

I saldi non sfondano, vendite ferme

«Aumentare l’Iva sarebbe un disastro»

«Subiamo la concorrenza della grande distribuzione e dell’on line»

A meno di una settimana dalla fine dei saldi estivi, in Lombardia fissata per il 30 agosto, anche per Como è tempo di bilanci. Le vendite a prezzi scontati sono stabili, non ci sono stati incrementi o riduzioni nei numeri rispetto all’estate scorsa. «Purtroppo soffriamo della concorrenza sleale di outlet e grandi catene – dice Marco Cassina, presidente di Federmoda Como – non solo del commercio online. Tutti fattori che indeboliscono il potere persuasivo dei saldi sul consumatore moderno, che sa di poter risparmiare comunque durante tutto l’anno, a prescindere dal periodo e dagli sconti specifici in negozio».

«Sarebbe deleterio per i consumatori italiani e anche per gli esercizi commerciali, perché dovrebbero subire una tassazione più alta nel vendere merce che hanno già acquistato a meno e messo in magazzino».


© RIPRODUZIONE RISERVATA