Idea choc per la Napoleona  «Una corsia riservata ai bus»
Il varco di via Milano, chiuso al traffico privato dalle 7 alle 9. Da lunedì sarà aperto

Idea choc per la Napoleona

«Una corsia riservata ai bus»

Annunciata l’apertura del varco di via Milano fino al 31 ottobre. Spunta la proposta di restringere l’arteria: «Ipotesi allo studio per il futuro»

Annunciata da mesi, partirà lunedì la sperimentazione relativa ai flussi di traffico in via Milano. Con una prospettiva, al momento ancora molto futura, di spostare la corsia preferenziale per i bus su via Napoleona.

Detta così, sembra una rivoluzione destinata a stravolgere la circolazione delle auto in città. In realtà, per il momento, si tratterà solamente di spegnere le telecamere che controllano il varco di via Milano alta e di renderlo accessibile per tutto il giorno, senza la limitazione oraria dalle 7 alle 9.

«Una partenza molto soft, dalla quale non ci aspettiamo cambiamenti rilevanti» ha avvertito l’assessore Vincenzo Bella nel corso della presentazione del progetto.

Il periodo scelto per iniziare, a scuole chiuse, permetterà di assestare il tiro nel corso dell’esperimento se è vero, come ha garantito il comandante della polizia locale Donatello Ghezzo, che «intendiamo monitorare istante per istante questa prova», in attesa che il 12 settembre riaprano le scuole. È da quella data e fino al 31 ottobre, giorno fissato per il termine del test, che si attendono i dati più significativi, in vista, è ancora l’assessore Bella che parla, «della revisione del piano urbano del traffico».

Ed è in questo ambito che verrà testata, ma solo in un secondo tempo, la rotonda all’incrocio di pazza San Rocco.

Per ora l’importante è raccogliere dati sui flussi di traffico. Dal 1° al 30 novembre, il varco tornerà a escludere le auto dalle 7 alle 9. All'esito del confronto tra i due periodi, si deciderà che cosa fare e la scelta entrerà a far parte del nuovo piano urbano del traffico.

Alla sperimentazione su via Milano ha dato il via libera l’Asf. Alla presentazione è stato invitato anche il direttore, ingegner Fulvio Torregiani: «Non ci preoccupano - ha detto - eventuali ritardi del bus in via Milano, che risulterebbero contenuti. È la via Napoleona in realtà il tratto dove si crea più disagio». Una considerazione che ha fatto sorgere una domanda: è in vista una corsia preferenziale per i bus sulla Napoleona? «È una ipotesi che vogliamo studiare» ha ammesso l’assessore Bella. «Per ora niente di operativo. Ma potrebbe rientrare tra le proposte di revisione del piano urbano del traffico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA