Il dopo Locatelli  L’esecutivo accoglie   la leghista Bonduri

Il dopo Locatelli

L’esecutivo accoglie

la leghista Bonduri

L’esponente leghista subentra all’ex vicesindaco, dimissionaria dopo la nomina a ministro

Si attende la nomina ad assessore di Alessandra Bonduri. Comasca, 42 anni, avvocato impegnato in Regione, leghista, una degli esponenti più votati della maggioranza, è il nuovo assessore. «È il nome che abbiamo proposto al sindaco – dice la coordinatrice provinciale della Lega Laura Santin – è il primo cittadino che deve sciogliere il nodo. Però c’è concordia, Alessandra Bonduri è una donna molto preparata e legata al territorio. C’è un nodo sulle deleghe, perché alcuni temi erano ritagliati sulle competenze dell’attuale ministro Alessandra Locatelli, ma un’eventuale redistribuzione è una questione più tecnica che di merito».

L’interessata non commenta in attesa dell’ufficialità, ma non smentisce e anzi a chi le è vicino riferisce di essere pronta a lavorare «con umiltà e spirito di servizio». Alcune deleghe della Locatelli potrebbero finire tra i compiti a carico dell’assessore Angela Corengia. Fino a ieri pomeriggio il sindaco Mario Landriscina non ha firmato surroghe e cambi di incarichi, l’atto dovrebbe arrivare formalmente stamattina. «Sarei felice della scelta – commenta il capogruppo della Lega Giampiero Ajani – ma per dovere anche io aspetto la firma ufficiale del nostro sindaco».
S. Bac.


© RIPRODUZIONE RISERVATA