Il Lario in Cina  al G20 del turismo
Como in volo con il fotografo e regista Yann Arthus Bertrand, foto di Andrea Butti (Foto by Carlo Pozzoni)

Il Lario in Cina

al G20 del turismo

Il forum mondiale si terrà a fine mese. Invitati i centri turistici più noti per qualità dell’offerta. Assieme a Como Davos, Niagara, Chamonix e altre 25 località famose

Como entra nell’Olimpo del turismo. La città, infatti, è stata invitata al G20 del turismo in Cina, a Changbaishan, vicino al confine con la Corea del Nord. Il forum, ribattezzato T20, è stato allargato a 28 centri turistici e si occuperà di turismo di alta qualità e rispettoso dell’ambiente. Il filo conduttore seguito per la scelta delle località è stato l’acqua. Oltre a Como sono state scelte Sirmione e San Pellegrino Terme, mentre all’estero località di fama internazionale come Davos, Niagara, Darwin, Evian, Chamonix e Bonn. L’evento si svolgerà dal 25 al 28 giugno, organizzato dall’amministrazione di Changbai Mountain su indirizzo del ministero del Turismo cinese e della Provincia di Jilin.

La cerimonia ufficiale di fondazione del T20 si terrà invece la prossima settimana a Changbaishan, dove da domenica prossima arriveranno le delegazioni provenienti da tutto il mondo per il summit. La selezione è avvenuta sulla base di tre criteri: tipologia turistica, fama internazionale, qualità dei servizi. I rappresentanti di tre importanti enti cinesi - Itas, Bes International Consulting Group e Tuniu.com - nei mesi scorsi hanno visitato tutte le città potenzialmente in lizza e hanno stilato la loro classifica (prima ristretta a 20 nomi, poi allargata a 27) suddivise in cinque tipologie: terme, mare, monti, arte e ambiente. I partecipanti al T20 avranno cinque minuti di tempo a disposizione per presentarsi e potranno far vedere un video e 15 foto che mostrano la propria città.

La “Top International Tourist Town Alliance”, rappresentata dal brand T20, intende diventare un marchio riconosciuto a livello mondiale per la certificazione della qualità e della reputazione dei servizi turistici offerti dalle città aderenti e sosterrà la comunicazione, la cooperazione e la condivisione del mercato fra i partner.


© RIPRODUZIONE RISERVATA