Il podcast su don Roberto con gli audio inediti del processo supera gli undicimila ascolti: ascoltalo qui

Le vite fragili di don Roberto Il secondo episodio è uscito ieri - online sull’homepage del nostro sito e disponibile sulle principali piattaforme di streaming, Spotify e Google Podcasts, gratuitamente

Il podcast su don Roberto con gli audio inediti del processo supera gli undicimila ascolti: ascoltalo qui
Como, fotomontaggio di 8 persone assistite da don Roberto Malgesini, da sinistra Buba Ceesay, Carlo Colombo, Alessandro Caliari, Silvia Vullo, Andrea Marasa , Lino Bertuzzi e Christ Putife
(Foto di archivio)

È un successo anche la seconda puntata della serie podcast su don Roberto Malgesini. Ieri, su questo sito, è stato pubblicato il secondo episodio che in poche ore ha superato i mille ascolti (1200 per la precisione). Il titolo è “Le vite fragili di don Roberto” e a parlare - con audio inediti tratti dalle udienze del processo davanti alla Corte d’assise di Como che trattò proprio la morte del prete degli ultimi, ma anche con interviste effettuate dai giornalisti Martina Toppi e Paolo Moretti - sono stati i ragazzi di don Roberto, i migranti che il religioso aveva tolto dalla strada.

Ascolta "Scriveva fuori dai margini - Le vite fragili di Don Roberto" su Spreaker.Ascolta qui gratuitamente il secondo episodio della serie “Scriveva fuori dai margini”

Nel secondo episodio della serie interviene anche don Giusto Della Valle, parroco di Rebbio, con un personale ricordo di don Roberto e delle sue qualità uniche spese nel mondo dell’accoglienza degli ultimi. La prima puntata del podcast de La Provincia, dal titolo “Un uomo felice”, ha già superato gli undicimila ascolti. La terza uscirà invece all’inizio della prossima settimana con il titolo “I volontari nell’ombra”.

L’intenzione è quella di raccontare un uomo che ha lasciato un profondo segno nella comunità comasca a due anni dalla sua scomparsa per mano di Ridha Mahmoudi che lo accoltellò alle spalle dopo avergli chiesto per l’ennesima volta un aiuto. Don Roberto morì alle sette di mattina del 15 settembre 2020, mentre si preparava a portare le colazioni ai senza fissa dimora della città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA