Il primo mercatino in piazza Roma  «Paghiamo 400 euro ma c’è il deserto»
Le bancarelle sono state posizionate di fronte ai posti per i pullman

Il primo mercatino in piazza Roma

«Paghiamo 400 euro ma c’è il deserto»

Furibondi i commercianti arrivati persino dalla Puglia per vendere prodotti alimentari

Si è detto e scritto spesso della necessità di animare piazza Roma, rimasta un’incompiuta dopo la riqualificazione scattata un paio d’anni fa. Finalmente il Comune ci ha provato, dando il via libera all’organizzazione di un mercatino nelle giornata di ieri e oggi.

Peccato che la novità si sia trasformata in un boomerang per la stessa Amministrazione, visto che gli operatori non hanno apprezzato - per usare un eufemismo - la nuova location. Piazza troppo nascosta, iniziativa poco o per nulla pubblicizzata, e così per i partecipanti la trasferta a Como si è rivelata tutt’altro che fruttuosa. Già, perché i commercianti sono arrivati da tutta Italia, persino dalla Sardegna e dalla Puglia, per esporre i prodotti tipici dei rispettivi territori. Prosciutti, salami, formaggi e tanto altro, ma è rimasto quasi tutto sulle bancarelle visto che i potenziali clienti, almeno nel pomeriggio, si contavano sulle dita di una mano.

«Per due giorni di presenza in piazza abbiamo sborsato circa 400 euro - racconta uno degli esercenti, anche a nome dei colleghi - Senza contare l’albergo, la benzina e l’ingresso nella Zona a traffico limitato con il furgone. Non ne vale assolutamente la pena, abbiamo venduto pochissimo e l’incasso non basterà nemmeno per pagare il carburante. Questa esperienza si sta rivelando un vero disastro. In totale siamo 11 e credo che tutti diremo ai colleghi di non venire mai qui».

© RIPRODUZIONE RISERVATA