In 500 da Lecco per il derby  Barriere già da stamattina
L’arrivo in stazione a Como degli ultras del Lecco in occasione del derby dello scorso maggio (Foto by butti)

In 500 da Lecco per il derby

Barriere già da stamattina

Maxi servizio d’ordine per l’incontro di oggi al Sinigaglia - Divieti in tutta la zona stadio. La scorsa primavera tensioni e scontri

Como

Lo scorso maggio finì con le cariche delle forze di polizia e con dieci ultras cacciati per dagli stadi, in seguito al Daspo del questore. Cinque mesi dopo, un treno carico di tifosi del Lecco (cinquecento) torna sul ramo nobile del lago per il primo derby di campionato da nove anni a questa parte.

Como-Lecco - neppure dirlo - farà scattare fin da questa mattina il massimo livello di misure di sicurezza per le manifestazioni sportive al Sinigaglia. Saranno un centinaio gli uomini di Polizia, Carabinieri, Guardia di finanza schierati per garantire l’ordine pubblico, in un dispositivo ormai rodato che, però, inevitabilmente avrà ripercussioni sulla normale vita domenicale dei comaschi. Rispetto allo scorso maggio, c’è un motivo di tensione in meno: alla volta di Como dovrebbero partire solo sostenitori muniti di biglietti, al contrario di quanto avvenuto per il derby di Coppa Italia (proprio la decisione di bloccare i tifosi senza tagliando all’esterno dello stadio causò le tensioni).

Fin dalle otto partono, infatti, i lavori per montare le barriere attorno allo stadio: chiusa (come in ogni incontro casalingo) viale Sinigaglia, chiusa viale Puecher - per separare fisicamente gli ultras del Lecco dal settore della curva azzurra - e cancellata anche a difesa dei giardini a lago, per evitare eventuali “attacchi” da e verso il Tempio Voltiano.

Chi ha lasciato l’auto in sosta nella notte attorno al Sinigaglia, deve toglierla entro le 10, visto che dalle dieci e mezza scattano le rimozioni forzate. L’arrivo degli ultras ospiti è previsto per le 16.30. Arriveranno, come consuetudine, in treno. Un convoglio con trecento tifosi che saranno convogliati lungo un percorso obbligato, destinazione la flotta di autobus che dovrà accompagnarli fino alla curva ospiti.

Tra le 16.30 e le 17 almeno meglio evitare la zona compresa da piazzale San Rocchetto e lo stadio. Come sempre, infatti, in occasione della partenza dei bus dalla stazione la polizia locale provvederà a bloccare il traffico lungo la tangenziale e il lungolago. Dalla Questura garantiscono che la chiusura al traffico durerà il tempo strettamente necessario al passaggio dei bus, così da ridurre i disagi al minimo.

Come da tradizione i tifosi del Como saranno relegati tra viale Masia e viale Rosselli, con lo schieramento degli agenti in tenuta antisommossa per scongiurare ogni possibile tentativo di incontro-scontro tra opposte tifoserie.

Ovviamente meglio evitare la zona anche in occasione della fine del match: tra le 19.30 e le 20 è previsto il rientro dei tifosi del Lecco verso la stazione per il viaggio di ritorno post derby.  


© RIPRODUZIONE RISERVATA