Insegne e burocrazia, un altro caso
«È da giugno che aspetto un sì»

Dopo la denuncia in tv a Presadiretta, parla una negoziante di via Manzoni - «Mi hanno consigliato le vetrofanie per fare più in fretta, ma non è servito a nulla»

Insegne e burocrazia, un altro caso «È da giugno che aspetto un sì»
Il negozio di via Manzoni con le insegne oscurate butti

Como

«Abbiamo lavorato davvero bene in questi primi mesi d’apertura, non possiamo proprio lamentarci. Purtroppo, c’è un problema: la burocrazia». In via Manzoni, al civico 12, quest’estate ha aperto una nuova attività nel campo del noleggio di Vespe, 125 e 300, e biciclette elettriche e non. Si tratta di “Como rental solutions” e, se si passa in macchina dalla strada, può non essere notato. Motivo? Alcuni teli bianchi coprono gli adesivi con la scritta e il logo sulla vetrina. Da luglio, infatti, non è ancora arrivata dal Comune l’autorizzazione per le vetrofanie.

Dal canto suo, l’assessore al Commercio Marco Butti conferma il ritardo e garantisce l’impegno affinché la situazione si risolva. «Dall’approfondimento fatto – aggiunge – la domanda è stata depositata il 7 luglio e, al momento, è al vaglio della Polizia Locale. Siamo oltre i novanta giorni previsti, quindi c’è un ritardo, di cui mi scuso a nome mio e dell’amministrazione».

L’approfondimento su La Provincia in edicola mercoledì 17 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA