Insulti e botte ai carabinieri  Svizzero finisce in cella

Insulti e botte ai carabinieri

Svizzero finisce in cella

In scooter con la compagna fugge all’alt sul lungolago e si rifiuta di sottoporsi all’alcol test. Tutti e due arrestati

Notte da dimenticare per un cittadino svizzero di 35 anni e per l’amica italiana di 42, entrambi arrestati sul lungolago dopo aver minacciato, insultato e spintonato i carabinieri che li avevano appena fermati, peraltro non senza difficoltà. I due erano in sella a uno scooter quando, attorno alle 4 del mattino, si sono ritrovati di fronte a una pattuglia dei carabinieri che ha intimato loro l’alt. La moto ha però tirato dritta, rischiando anche di travolgere uno dei carabinieri.

Sono così stati arrestati con l’accusa di resistenza, ingiurie e minacce. Comparsi in Tribunale per il processo per direttissima, il loro avvocato ha chiesto i termini a difesa. Il 35enne svizzero, fino al processo, dovrà rimanere ai domiciliari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA