La cartoleria chiude  E lascia tutto  in beneficenza
La cartoleria Maspero, in via Milano dal 1956 (Foto by butti)

La cartoleria chiude

E lascia tutto

in beneficenza

Dopo 64 anni di attività la signora Luciana ha deciso che può bastare: «Auguro ai giovani tanta fortuna»

A un certo punto, per tutti, arriva l’ora d’abbassare la serranda per sempre. Così, dopo aver attraversato otto decadi e aver messo da parte ben 64 anni di attività, la “cartoleria Maspero” ha deciso di chiudere e andare in pensione.

Dal 26 settembre 1956, giorno di apertura, ha servito generazioni intere di comaschi, alcuni entrati bambini e ritornati, invece, da genitori, con i propri figli mano nella mano. Negozi in grado di resistere nel tempo alle trasformazioni di una città e di un quartiere, come quello di via Milano, mutato molto nel tempo, ma con cui la cartoleria ha sempre convissuto senza problemi. «Ho sempre preferito stare nell’ombra - spiega Luciana Maspero, 79 anni, in negozio da una vita, seguendo le orme del padre -. Ora, in questi giorni, svuoteremo il negozio. Ho deciso di donare in beneficenza quanto resta, e assicuro che non è poco... Auguro buona fortuna ai giovani, oggi più che mai ne hanno bisogno».

Per il presidente di Confesercenti Como Claudio Casartelli, «la cartoleria Maspero è stata un esempio della passione di chi fa commercio, spinto dall’attaccamento per il proprio lavoro. Tutta la città la ringrazia».


© RIPRODUZIONE RISERVATA