La febbre da slot   costa ai comaschi  un miliardo all’anno
La febbre del videopoker contagia anche i comaschi (Foto by archivio)

La febbre da slot

costa ai comaschi

un miliardo all’anno

Il dato emerge dalla mappatura in città e nove comuni della provincia

Un miliardo e 61mila euro. È quanto spendono i comaschi ogni anno nelle slot e nelle video lottery. Il dato emerge dalla mappatura delle macchinette videopoker in città e in nove comuni del Comasco, una fotografia su 170 diversi locali realizzata nell’ambito del progetto “Quando il gioco si fa duro”, attivato dal Comune e finanziato da Regione Lombardia.

Stando ai dati riferiti al 2012 - inclusi nell’opuscolo del progetto realizzato da Comune, Ats e cooperativa Lotta contro l’emarginazione - nel Comasco si stima ci siano un apparecchio slot o videopoker ogni 142 abitanti e un esercizio che li ospita ogni 648 residenti. La spesa annua pro capite è circa 1924 euro.

Sulle abitudini dei giocatori si registra che circa il 50% delle persone gioca per mezz’ora consecutiva alle macchinette.


© RIPRODUZIONE RISERVATA