La Regione: tangenziale gratis  Ma i soldi non ci sono
La tangenziale di Como è lunga solo 2,4 chilometri: dalla A9 fino all’Acquanera

La Regione: tangenziale gratis

Ma i soldi non ci sono

Nel bilancio si parla di abolizione del pedaggio. Pedemontana: «Si può togliere, ma ripianino tutti i costi»

«Gratuità del transito sulle tangenziali di Como e Varese e realizzazione dei secondi lotti». La Regione lo mette nero su bianco nel Documento di Economia e finanza regionale 2019, ma a mancare sono sempre i soldi. Da un lato per rendere gratuito il primo tratto (Pedemontana è favorevole, ma purché qualcuno ripiani i mancati incassi) e, dall’altro, per completare la seconda parte, tra lo svincolo dell’Acquanera e la Lecco-Bergamo.

Dalla giunta regionale fanno sapere che il completamento delle tangenziali e la loro gratuità rappresenta l’obiettivo di legislatura e ribadiscono, come già aveva fatto il presidente Attilio Fontana a margine dell’Ambrosetti di settembre, che i tempi non saranno brevi. Dal canto loro i vertici di Pedemontana chiariscono che «dal punto di vista finanziario i conti stanno andando bene ed è nostro dovere rispettare il piano finanziario approvato dal Cipe».

E ancora: «Attendiamo indicazioni dalla Regione: da parte nostra non c’è nessuna preclusione o pregiudizio alla gratuità a patto che venga rispettato il piano finanziario e quindi che si ripianino i mancati introiti». Tradotto: se la Regione finanzia i passaggi il pedaggio si può anche togliere. Ma, ad oggi, dal Pirellone questa possibilità non è sul tavolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA