La segreteria del Pd  «Verifica politica»
La classe dirigente del Pd

La segreteria del Pd

«Verifica politica»

Riunione mercoledì sera. Nessun provvedimento sui ribelli. E nulla sul Lucini bis.

La segreteria provinciale del Pd che si è riunita mercoledì sera. Ha diffuso poco fa questa nota: «Le difficoltà recentemente manifestatesi nell’azione amministrativa del comune di Como rendono necessaria una verifica politica e programmatica che coinvolga le forze politiche ed i gruppi consiliari della maggioranza ed il loro rapporto con l’esecutivo. Al fine di valorizzare la Città di Como e proseguire lungo il cammino intrapreso in questi anni si rende indispensabile che nell’ultimo anno di mandato, con il Sindaco Lucini, si individuino e si realizzino alcuni essenziali obiettivi programmatici capaci di consolidare quanto di positivo costruito in questi anni e di corrispondere a pieno alle attese e speranze suscitate. Il Partito Democratico di Como, iscritti e dirigenti, è coinvolto con impegno nel promuovere i risultati raggiunti in questi anni di governo della città e rinnova il supporto, suo e dei suoi rappresentanti istituzionali, per la soluzione dei dossier del cantiere del lungolago e della tangenziale di Como (pedaggio e 2° lotto). Il Partito Democratico, iscritti, dirigenti, e rappresentati istituzionali, è chiamato ad assumere pienamente questa responsabilità e ad assolvere all’impegno di favorire questa nuova fase, valorizzando i risultati raggiunti in questi anni e affrontando le criticità emerse. Infine La segreteria provinciale invita i consiglieri comunali eletti nella lista del PD a rispettare le decisioni assunte dalla maggioranza del gruppo dopo il necessario ed opportuno confronto. Obiettivo di questa proposta è quello di costruire per la prossima tornata elettorale un progetto politico e amministrativo per la città in grado di rispondere alle sfide aperte, confermando e rilanciando la stagione di cambiamento avviata nel 2012».


© RIPRODUZIONE RISERVATA