Lavori in galleria in A9, prime code  Autostrade lancia i bollini anti caos
Conclusi i lavori in galleria Quarcino, da ieri si sono spostati alle Terrazze

Lavori in galleria in A9, prime code

Autostrade lancia i bollini anti caos

Da ieri si viaggia solo su una corsia.Tempi di percorrenza normali solo tra le 13 e le 16. Fasce più critiche tra le 7 e le 10 e le 16 e le 19

Come in estate, in previsione dei grandi esodi, Autostrade lancia anche per i lavori di manutenzione straordinaria nell’ultimo tratto della A9 il sistema dei bollini anti caos.

E l’unica fascia oraria in cui i tempi di percorrenza normali sono garantiti in entrambe le direzioni, quindi da bollino verde, è quella tra le 13 e le 16. Via libera senza code (salvo, ovviamente, imprevisti) anche tra le 10 e le 13 in direzione Svizzera e tra le 19 e le 21 verso Milano.

Nel resto della giornata, il semaforo viaggia tra il giallo e il rosso a seconda di orari e direzione. Due i momenti più critici della giornata: tra le 7 e le 10 verso Milano e tra le 16 e le 19 verso la Svizzera. In entrambi i casi la cronotabella messa a punto da Autostrade per l’Italia parla di tempi medi di percorrenza «molto superiori» a quelli normali. Tempi «superiori», invece, tra le 7 e le 10 e tra le 19 e le 21 verso la Svizzera e tra le 10 e le 13 e tra le 16 e le 19 verso Milano.

Raffica di interventi

Ieri è stato il primo giorno della tranche di interventi in due gallerie, “Terrazze” e “Villa Maria” in direzione sud, verso Milano e si sono registrate code e rallentamenti proprio negli orari di punta a causa del restringimento delle corsie e del salto di carreggiata posizionati per garantire agli operai la possibilità di intervenire in galleria. Le squadre sono operative sette giorni su sette e 24 ore su 24.

L’ultimo tratto della A9, lo sanno bene gli automobilisti che la utilizzano, negli ultimi due anni è stato oggetto di una raffica di lavori che hanno interessato zone e aspetti diversi. Dagli adeguamenti alle normative anticendio delle gallerie alla sistemazione dei viadotti alla mitigazione acustica e ancora alle verifiche (per fasi differenti) sullo stato di sicurezza delle gallerie. Dopo i controlli preliminari vengono fatti, in base alle linee guida ministeriali, i primi lavori provvisori a cui seguono, una volta effettuata la progettazione, quelli definitivi. Tra maggio scorso e oggi sono state completate le due fasi di interventi in direzione sud nelle gallerie San Fermo, Villa Maria (è in corso il terzo e ultimo), Terrazze (anche qui è partita ieri la fase 3), Monte Olimpino e Quarcino in direzione sud. Verso nord sono ancora da fare la San Fermo e la Monte Olimpino, mentre per la Quarcino è stata completata solo la prima fase. Manca solo la terza, invece, per Villa Maria e Terrazze. Questo per dire che i lavori andranno avanti a lungo.

Fino a fine marzo

Tornando al doppio cantiere avviato ieri, i lavori di manutenzione straordinaria andranno avanti fino al 31 marzo. La tratta, chiariscono dalla società, «è percorribile anche in direzione Milano, tramite l’installazione di una corsia in deviazione sulla carreggiata opposta». E aggiungono che «per gestire al meglio la viabilità è previsto un potenziamento del servizio di assistenza all’utenza, dei presidi alla segnaletica di cantiere e di intervento per il soccorso meccanico che saranno presenti stabilmente nei pressi del cantiere».


© RIPRODUZIONE RISERVATA