Le luminarie in ritardo
A Como lavori da oggi

Comincerà questa mattina l’allestimento delle luminarie in città.

Le luminarie in ritardo A Como lavori da oggi
Spoglie e senza luminarie le vie del centro storico di Como
(Foto di butti)

Como

Solo oggi in città parte l’allestimento delle luminarie.

La notizia era attesa dai negozianti comaschi: l’inizio della Città dei balocchi e la mancanza delle luminarie ha sollevato più di un mugugno, soprattutto in centro. Le strade infatti sono ancora del tutto spoglie, senza i tradizionali addobbi luminosi.

Dal Comune spiegano che oggi, finalmente, si partirà: «Si comincia - spiega l’assessore al Commercio Marco Butti - Sabato e domenica si cercherà di non montare in centro nelle fasce orarie che penalizzerebbero il traffico». Verrà riproposta la stessa tipologia di luminarie dello scorso anno.

Per quanto riguarda gli addobbi natalizi, è possibile fino alla mezzanotte di oggi partecipare al bando “a sportello”. Si tratta di una novità a Como: basterà inviare una pec con la documentazione prevista. A disposizione ci sono 40 mila euro per tutte le tipologie di esercizi commerciali della convalle e dei quartieri. Sarà possibile abbellire vetrine, dehor, ingressi, ricevendo dall’amministrazione un contributo massimo di 2mila euro fino a un massimo del 50% del costo sostenuto. Settimana prossima, invece, partirà la campagna di promozione della città, destinata anche alle province vicine di Varese, Lecco, Monza e Brianza, per portare turisti nella nostra città.

A proposito di Natale, entra nel vivo la Città dei Balocchi. Oltre alle casette, le illuminazioni, la pista del ghiaccio e la ruota panoramica, inizieranno alcune attività per i bambini. Domani, ai giardini a lago, dalle 15 in avanti, grazie al progetto Lions Kairós si farà una riflessione sulla tematica dell’integrazione, partendo dagli stereotipi e dai pregiudizi. Prenotazione a [email protected] indicando nome, cognome ed età.

Sempre domani, dalle 14.30, dal lungo lago a villa Olmo, ci sarà una passeggiata in compagnia di Anna Danielon, autrice de “Una ferita in fondo al cuore”. Si visiteranno i luoghi citati nel romanzo: mascherina obbligatoria e prenotazione consigliata a [email protected] indicando nome e cognome.

Infine, in via Corridoni, dalle 14.30 alle 17.30, giochi e laboratori per i bambini in lingua inglese. A. Qua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}