L’Hockey Como in consiglio per il torneo saltato a Casate

L’Hockey Como in consiglio
per il torneo saltato a Casate

La protesta dei ragazzi della società. L’assessore: «Mi aspettavo il vostro grazie»

In consiglio comunale arriva la protesta dei ragazzi dell’Hockey Como per «i ritardi del Comune di Como» sulla deroga all’agibilità del palazzetto, ritardi «che dopo 29 anni hanno fatto saltare il torneo Gosetto».

Questa sera (lunedì 12 marzo), in consiglio comunale, sono arrivati diversi rappresentanti della società sportiva accompagnati anche da ragazzi e bambini che indossavano la divisa dell’Hockey Como. In apertura dei lavori il consigliere di opposizione Alessandro Rapinese è intervenuto sulla vicenda del torneo saltato accusando l’amministrazione di non aver fatto nulla per mesi e parlando espressamente di «scandalo». All’ex candidato sindaco ha risposto l’assessore allo Sport, Marco Galli il quale si è rivolto direttamente agli esponenti della società: «Pensavo foste venuti a ringraziarmi, il palazzetto non è stato chiuso grazie a noi. Mi dispiace che il torneo sia saltato ma grazie a noi almeno ora è utilizzabile con 99 posti. Ho dedicato la mia vita allo sport, soffro quanto voi. Siamo arrivati in ritardo di un giorno, ma in gioco c’era la sicurezza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA