Lo sprint del movimento 5 Stelle  «Lista e programma, siamo già pronti»
Il candidato sindaco Fabio Aleotti, al centro, con alcuni dei suoi candidati

Lo sprint del movimento 5 Stelle

«Lista e programma, siamo già pronti»

Ieri presentazione con il candidato Aleotti - Dai rifiuti zero all’area dello stadio per sport ed eventi - «Trasparenza su tutto, così i cittadini possono scegliere»

Como

Il Movimento 5 Stelle brucia tutti sul tempo e ieri, con più di due mesi di anticipo rispetto alla data del voto, ha presentato ufficialmente la lista con i 32 consiglieri e il programma elettorale.

I punti principali

«Pensiamo di poter fare bene - ha detto ieri mattina il candidato sindaco Fabio Aleotti - per cambiare la città che conosco da sempre e dove sono nato. Abbiamo assistito a un declino della qualità della vita e della città e con il nostro programma, in 15 punti, contiamo di poter cambiare le cose». Il programma è stato predisposto nell’arco dell’ultimo anno con incontri e gruppi di lavoro e, con le Comunarie, sono stati scelti il candidato sindaco e i 32 aspiranti consiglieri comunali. Quattro le categorie fondamentali, ciascuna con altri punti: basta sprechi (aree dismesse uguali risorse verdi, risparmio energetico degli edifici pubblici, chi partecipa decide), il rilancio per la città (incentivi al commercio e all’avvio di nuove attività, bandi europei come risorsa economica per la città, corsi universitari legati al territorio), i cittadini al centro (priorità ai più deboli, più sicurezza nei quartieri, tutela delle mense scolastiche, più trasporto pubblico a impatto zero), maggiori servizi (piazza Cavour con collegamento verde verso le ville della città, wi fi accessibile a tutti, stadio Sinigaglia per sport, musica ed eventi, più ricicli meno paghi per i rifiuti). Aleotti ha chiarito che «bisogna partire sulla quotidianità, riqualificazione delle periferie e problemi di viabilità e parcheggi». Obiettivo dei pentastellati è quello di «arrivare a rifiuti zero per arrivare, un giorno, a chiudere l’inceneritore».

E ha anche aperto sul parcheggio interrato di viale Varese: «La città ha bisogno di parcheggi e non mi sento di escludere a priori un parcheggio interrato con l’intervento dei privati». Su questo specifico tema il consigliere comunale Luca Ceruti (candidato sindaco cinque anni fa) si era sempre detto contrario e aveva visto di buon occhi la bocciatura da parte della giunta Lucini. E per la giunta? È stata aperta la possibilità di candidarsi on line come assessore. L’obiettivo di Aleotti è quello «di annunciare la squadra due settimane prima del voto in modo che i cittadini possano fare una scelta avendo tutto a disposizione in modo trasparente: è il pacchetto che noi offriamo, senza sorprese».

Ribadita anche ieri la volontà di «non fare alcuna alleanza, né al primo né al secondo turno».

Tutti i punti del programma, con il dettaglio delle proposte sono consultabili on line sul sito fabioaleottisindaco.it (attivi anche pagina Facebook e contatto wapp al numero 3668767860).

I 32 nomi della lista

Ecco i candidati, che seguono la capolista Paola Minussi. Elisa Nicotra, Adriana Pedicini, Cristina Quarti, Antonio Sansano, Elio Sansone, Sara Scacchetti, Dino Solari, Enrico Sommaruga, Cesare Adinolfi, Marco Baragiola, Doriam Battaglia, Stefano Belnome, Jacopo Capucci, Patrizia Casagrande, Maurizio Casonato, Donatella Cattaneo, Siobain Maria Collins, Umberto De Falco, Eleonora Dente, Daniela Di Paola, Luca Fattorini, Ferdinando Galliano, Rosina “Rosy” Genduso, Fabio Germinario, Giuseppe Grassi, Vincenzo Inserra, Tony Laino, Marino Longhini, Nicola Maganetti, Alessandra Marchetti e Marco Mazzocchi. n 

© RIPRODUZIONE RISERVATA