L’omaggio dei comaschi a Battisti  Oggi avrebbe compiuto 73 anni
L’omaggio degli abitanti di Molteno a Lucio Battisti, il giorno dopo la scomparsa nel 1998 (Foto archivio La Provincia)

L’omaggio dei comaschi a Battisti

Oggi avrebbe compiuto 73 anni

Scomparso nel 1998, aveva vissuto per lungo tempo a Molteno

La mostra di dischi che veniva organizzata a Molteno

La mostra di dischi che veniva organizzata a Molteno

Il pubblico al concerto di Eugenio Bennato nel 2008

Il pubblico al concerto di Eugenio Bennato nel 2008

Maurizio Vandelli sul palco nel 2009

Maurizio Vandelli sul palco nel 2009

Il concerto di Enrico Ruggeri nel 2004

Il concerto di Enrico Ruggeri nel 2004

I funerali di Lucio Battisti a Molteno (foto Menegazzo)

I funerali di Lucio Battisti a Molteno (foto Menegazzo)

Avrebbe compiuto 73 anni proprio oggi, 5 marzo. Lucio Battisti, uno dei grandi della musica italiana, ci ha invece lasciati da più di 17 anni, stroncato da una terribile malattia in una clinica di Milano lontano dalle telecamere delle televisioni. C’è un filo ancora più stretto, oltre a quello della musica, che lega Battisti al nostro territorio. Lucio, infatti, sin dagli anni Settanta aveva scelto di vivere in un residence al Dosso di Coroldo, in territorio comunale di Molteno, al fine tra le province di Como e di Lecco. (Clicca per ascoltare il mio canto libero https://www.youtube.com/watch?v=UKYohc4P21c)

Battisti aveva scelto già da tempo di ritirarsi dalla vita pubblica, di abbandonare i palcoscenici e di allontanarsi definitivamente dalle televisioni. E a Molteno ha vissuto con estremo riserbo continuando la sua produzione musicale anche dopo il “divorzio” con Mogol, del quale era vicino di casa. Per molti anni il comune di Molteno gli aveva reso omaggio con un festival che veniva organizzato a settembre, nell’anniversario della scomparsa, nel parco di Villa Rosa. Evento completamente gratuito, osteggiato dalla vedova che rifiutava qualsiasi rievocazione, cui era legato un concorso musicale che ha consentito a numerosi gruppi - a parte dai Sulutumana - di farsi conoscere attraverso quel palco. E proprio la contrarietà dei familiari del cantante avevano indotto gli organizzatori ad abbandonare l’evento chiamato: «Un’avventura, le emozioni» che l’allora sindaco di Molteno Ferdinando De Capitani aveva fortemente voluto. Sul palco di Villa Rosa, nel corso degli anni, erano saliti Enrico Ruggeri, Edoardo Bennato, Maurizio Vandelli, la Formula Tre, i Dik Dik, Morgan,Mario Lavezzi, Antonella Ruggiero.

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA