Lucini dal profugo che si è tuffato  per provare a salvare il ragazzino

Lucini dal profugo che si è tuffato per provare a salvare il ragazzino

L’incontro dalle suore Guanelliane di Lora, dove è ospite il 25enne pachistano

Questa mattina il sindaco Mario Lucini ha incontrato a Lora dalle Suore Guanelliane, dove è ospitato, Kashif, il giovane pachistano che sabato si è tuffato nelle acque del lago di fronte a Villa Geno nel tentativo di salvare il 14enne Jospin. Per quest’ultimo purtroppo non c’è stato nulla da fare.

L’incontro era stato concordato ieri dal primo cittadino con il direttore della Caritas Roberto Bernasconi. «Ho voluto esprimere al giovane l’apprezzamento più sentito dell’amministrazione, della città e il mio personale, per il gesto da lui compiuto», commenta Lucini, che ha consegnato al ragazzo una lettera di ringraziamento.

Poi il pensiero è subito corso al giovane Jospin e alla sua famiglia: «Esprimiamo la nostra vicinanza e partecipiamo con affetto sincero alla terribile tragedia che ha colpito la famiglia e gli amici».


© RIPRODUZIONE RISERVATA