Manifestazione antifascista  assenti il sindaco e gli assessori  Boldrini: «È incomprensibile»
Laura Boldrini ieri mattina al monumento alla Resistenza (Foto by butti)

Manifestazione antifascista

assenti il sindaco e gli assessori

Boldrini: «È incomprensibile»

La presidente della Camera: «L’antifascismo è un valore di tutti». Landriscina: «Era una manifestazione di partito, inopportuno esserci»

Arriva poco dopo l’inizio della manifestazione la presidente della Camera Laura Boldrini e anche lei, come i ministri, non sale sul palco. «Io non riesco veramente a capire come ci si possa sottrarre a una manifestazione che vuole stabilire questi valori» dice rispondendo a chi le chiede un commento sull’assenza del sindaco Mario Landriscina e della giunta di centrodestra.

E ancora: «Per me è molto difficile, non capisco come oggi si possa non affermare i valori dell’antifascismo anche in una manifestazione pubblica. Oggi c’è chi ha organizzato questa manifestazione, ma anche tanti che hanno aderito e che vengono perché credono in quei valori. Noi dobbiamo essere capaci di non trovare le divisioni in quello che, invece, dovrebbe essere un punto di caduta per tutto il Paese, cioè la Costituzione, che si basa sui valori dell’antifascismo dunque per me è scontato, è ovvio essere qui».

Dal canto suo il sindaco ieri è intervenuto dicendo: «Ribadisco ancora una volta la mia totale e ferma condanna al grave episodio dal quale è originata la manifestazione e ho disposto la massima collaborazione del Comune finché la città accogliesse nel migliore dei modi i manifestanti». E nel merito : «È risultato evidente che non si trattava di una mobilitazione di organizzazioni laiche, bensì della scelta di una parte politica, ancorché indubbiamente lecita.Nella mia concezione della rappresentanza, l’adesione ad una manifestazione di partito è inopportuna per chi dovrebbe rappresentare la pubblica amministrazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA