Meno passeggeri verso Milano
E gli svizzeri tagliano i treni

Quattro Eurocity provenienti da Zurigo fino al 12 dicembre terminano la corsa a Chiasso

Meno passeggeri verso Milano E gli svizzeri tagliano i treni
Provvedimento temporaneo delle Ferrovie federali svizzere

Dirottati i passeggeri delle lunghe percorrenze, provenienti dalla Svizzera, sui treni pendolari, che già devono viaggiare al 50% della loro capienza per garantire il distanziamento sociale necessario a contenere l’emergenza sanitaria. Soppressi nella tratta italiana in tutto otto treni EuroCity che transitavano per la stazione di San Giovanni a Como verso Milano e viceversa. Si trattava di corse per cui una fetta di clienti aveva già acquistato l’abbonamento di viaggio annuale Carta Plus Lombardia, spendendo 200 euro.

Le Ferrovie Federali Svizzere hanno comunicato in questi giorni ai propri viaggiatori diretti in Italia che, dal 9 novembre sino al 12 dicembre, di intesa con Trenitalia, titolare del servizio sulla Chiasso - Milano, quattro EC Zurigo-Milano e quattro EC Milano-Zurigo termineranno la loro corsa a Chiasso. La motivazione è stata la seguente: un forte calo della domanda, con meno viaggiatori che si spostano su rotaia sia per business che per turismo o piacere, visto le restrizioni imposte dal lockdown e l’incentivo allo smartworking.

Di conseguenza sulla Chiasso - Milano per il periodo indicato non compariranno più negli orari in tabellone gli EC da Como a Milano Centrale in partenza dalla stazione di San Giovanni rispettivamente alle 9.10, 14.10, 16.10 e 22.10 e quelli da Milano Centrale in partenza per Como alle 7.10, 10.10, 15.10 e 17.10.

Da Trenitalia fanno sapere che gli EuroCity, che continueranno a coprire la tratta italiana, rimarranno comunque 10 al giorno.

«Ci hanno cancellato otto treni e lo abbiamo saputo dagli svizzeri – è il commento di Ettore Maroni, portavoce del Comitato PendolariComo – Da Trenitalia non è arrivata nessuna comunicazione ufficiale, di cui ad oggi non c’è traccia nemmeno sul sito dell’azienda. Rimaniamo sempre sorpresi, come fruitori del servizio, di essere poi gli ultimi a venire a conoscenza di cambiamenti che incidono sulla nostra programmazione quotidiana degli spostamenti”.

La soppressione arriva dopo che di recente era stata finalmente sbloccata, anche in seguito a un articolo della Provincia , la possibilità di prenotare i posti a sedere proprio sui treni EC in transito da San Giovanni verso Milano, prenotazione che si effettua tramite la Carta Plus Lombardia.

Ma alla buona notizia della risoluzione del malfunzionamento della piattaforma di prenotazione, ne ha fatto seguito una decisamente meno entusiasmante. Dal 9 novembre i viaggiatori che sceglievano gli EC hanno dovuto incassare la soppressione di otto corse giornaliere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}