Metti il Lario su Wikipedia Maratona di scrittura a Nesso
Marta Pigazzini (prima a destra) e lo staff di wikimediani che coordinerà l’Editathon a Nesso (Foto by foto paolo ortelli)

Metti il Lario su Wikipedia
Maratona di scrittura a Nesso

L’enciclopedia libera è la prima voce che compare su google quando di cerca lago di Como. Eppure mancano tantissimi paesi e monumenti. Il 1° giugno nell’ambito del festival “Le Primavere” una giornata per incrementare la conoscenza delle bellezze comasche a livello mondiale

La prima voce che appare su google quando si digita “Lago di Como” non è di qualche portale turistico, bensì è quella di Wikipedia. E lo stesso vale per quasi tutti i luoghi, i monumenti e i personaggi lariani che cercate. Tranne, purtroppo, per i tanti di cui ancora nessuno ha scritto un lemma nell’enciclopedia libera, che è anche la più consultata al mondo.

Manca, per esempio, l’Orrido di Nesso, benché sia stato descritto addirittura da Leonardo nel Codice Atlantico. Ma domani si rimedierà a questa ed altre mancanze, grazie alla giornata “Sui passi di Carlo Amoretti: scriviamo insieme voci di Wikipedia ispirandoci al libro Viaggio da Milano ai tre laghi”, promossa dal festival “Le Primavere”, che come lo scorso anno punta con questa iniziativa a lasciare una ricaduta concreta nella conoscenza del territorio a livello sia locale che mondiale. L’iniziativa è curata dalle associazioni InFormAzioni, Wikimedia Svizzera e Sentiero dei Sogni con il Comune di Nesso. Dopo un’introduzione alle fonti da parte dell’architetto Franco Pagani, e aver ricevuto le coordinate basiche da esperti wikipediani su come si scrivono le voci dell’enciclopedia libera, comincerà il lavoro per gruppi. I posti sono esauriti e i partecipanti sono stati già resi edotti via mail dell’esatto svolgimento della giornata.

Qui vale la pena di usare le righe rimanenti per lanciare un appello ai comaschi e agli enti locali: «Prendete esempio - sottolinea la coordinatrice regionale di Wikimedia Italia Marta Pigazzini - da chi già si sta dando da fare per promuovere il territorio sui canali Wiki». Non solo Wikipedia, ma anche il più grande archivio fotografico mondiale Wikimedia Commons e la guida turistica free WikiVoyage. Le ricadute in termini di divulgazione del territorio sono garantite: uno studio effettuato in Spagna ha dimostrato un incremento del turismo pari al 6% dopo aver curato in modo capillare la presenza di alcune località su Wikipedia. A Como, grazie alle associazioni citate (più la Società Palchettisti del Sociale, Museo della Seta, Camera di Commercio, Fondazione Volta e noi de “La Provincia”) nel 2018 si è celebrata la prima edizione locale (Wiki Loves Lake Como) del più grande concorso fotografico mondiale (Wiki Loves Monuments). I risultati sono già significativi: 560 caricate su Wiki Commons, il doppio del 2017. Eppure per ora ben pochi Comuni (Como, Cernobbio, Brunate, Albavilla, Campione d’Italia, Gravedona ed Uniti, Maslianico, Peglio, Tremezzina e Nesso) hanno firmato la liberatoria perché siano fotografabili e divulgabili i loro monumenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA