Migranti a Como, i volontari: «In stazione minacciati da persone con bastoni»
Como - profughi e polizia nel parco della Stazione San Giovanni

Migranti a Como, i volontari: «In stazione minacciati da persone con bastoni»

La denuncia della rete Como Senza Frontiere, avvisate le forze dell’ordine

La notte scorsa, alla stazione ferroviaria di Como S. Giovanni, alcuni volontari della rete Como Senza Frontiere si sono visti intimidire da individui che brandivano oggetti contundenti, potevano essere spranghe o bastoni». Lo denunciano in un comunicato gli stessi volontari.

«Ciò accade - aggiungono - dopo ripetuti passaggi, nelle sere scorse, di auto con a bordo personaggi che esibivano saluti romani e frasi di stampo fascista. Quanto accaduto ieri notte è però molto più grave perché ha mostrato una chiara natura violenta. Tali soggetti hanno manifestato un’evidente ostilità nei confronti di chi, in concreto, cerca di aiutare esseri umani in difficoltà. Dopo aver messo al corrente le autorità di polizia, ci riserviamo di rivolgerci al prefetto per chiedere che venga garantita la sicurezza dei migranti e dei volontari».


© RIPRODUZIONE RISERVATA