Migranti in stazione Adesso interviene l’Onu
Como presidio medico per i profughi alla stazione San Giovanni (Foto by Carlo Pozzoni)

Migranti in stazione
Adesso interviene l’Onu

Como, sono 350 le persone presenti a San Giovanni

Attivato a San Giovanni un presidio sanitario. E al Sant’Anna continuano gli accessi di migranti, portati al Pronto soccorso per accertamenti. Otto quelli giunti ieri per traumi, sospetta scabbia e sospetta Tbc. Dall’ospedale fanno comunque sapere che la situazione è sotto controllo e che non esiste alcun allarme di tipo sanitario.

Nemmeno alla stazione, dove ieri pomeriggio dalle 14 alle 16 l’Asst Lariana, in collaborazione con la Croce Rossa, ha attivato un presidio mobile per effettuare visite dermatologiche e rilevare le necessità dei migranti.

Altra criticità quella legata alla situazione igienica che potrebbe diventare ancora più precaria nel caso di nuovi arrivi. Ieri erano oltre 350 le persone presenti in stazione.

Ieri, intanto, è arrivata a Como per monitorare la situazione un’inviata dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.

Infine, per domenica è stato organizzato un pomeriggio di giochi e condivisione al quale tutti sono invitati a partecipare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA