Nidi, esclusi in 75: «Manca personale» E intanto aumentano le richieste
L’asilo nido di via Giussani: anche per questa struttura ci sono bimbi in lista d’attesa

Nidi, esclusi in 75: «Manca personale»
E intanto aumentano le richieste

Si allunga la lista d’attesa. Nelle sedi lo spazio per i bimbi ci sarebbe, il problema è la carenza di educatrici - L’assessore Locatelli: «Abbiamo chiuso uno “spazio gioco” ma non è bastato»

Aumentano le richieste, diminuisce il personale. E così, anche se lo spazio per accogliere tutti ci sarebbe, decine di bimbi sono stati esclusi dagli asili nido del Comune e si trovano in lista d’attesa. Un autentico paradosso.

Le nove strutture di proprietà dell’Amministrazione hanno una capienza complessiva di 510 bambini, ma non tutti i posti possono essere assegnati a causa del numero insufficiente di educatrici. Un problema non nuovo, ma che si è aggravato di anno in anno fino a creare questa situazione, denunciata peraltro dallo stesso gruppo di maggioranza a Palazzo Cernezzi, con il consigliere di Forza Italia Enrico Cenetiempo.

L’assessore alle Politiche educative Amelia Locatelli, sempre Forza Italia, spiega che ad oggi i nomi in lista d’attesa sono 75: «Registriamo un aumento delle richieste - conferma - e la carenza di personale ci limita nella possibilità di accoglierle. Proprio per cercare di ridurre almeno in parte la lista di attesa abbiamo dovuto prendere provvedimenti come la chiusura dello “Spazio gioco” di via Palestro, ciò nonostante la lista rimane. Con l’assessore al Personale Elena Negretti stiamo studiando da tempo le possibili azioni da mettere in campo, considerando le oggettive difficoltà».

Leggi l’approfondimento su La Provincia in edicola domenica 16 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA