Nidi, gli esclusi entrano  Ma soltanto a novembre
Ai cancelli dell’asilo di Rebbio una trentina di famiglie aspettano di sapere se potranno iscrivere i figli

Nidi, gli esclusi entrano

Ma soltanto a novembre

Le nuove assunzioni annunciate dal Comune dovrebbero consentire di tagliare le liste d’attesa

Palazzo Cernezzi promette di tagliare almeno del 60% le liste d’attesa degli asili nido entro il mese di novembre, ma le famiglie chiedono di fare più in fretta. Tra giugno e luglio il Comune ha pubblicato le liste d’attesa nei nove asili nidi, fuori dalla porta sono rimaste 109 famiglie.

Le situazioni più critiche si registrano in via Palestro, 31 domande in lista, in via Zezio, 30 richieste inevase, 28 in via Giussani e 21 in via Italia Libera.

Non è una questione di spazio, anzi diversi asili sono vuoti: i bambini non possono essere accolti perché manca il personale. La scorsa settimana però l’assessore con la delega al Personale Elena Negretti ha annunciato entro fine anno l’assunzione di oltre cento dipendenti, di cui 13 educatori dei nidi. Con queste risorse, al netto del rapporto bambino-educatore, sarà possibile accogliere 59 domande tagliando le liste d’attesa fino a 42 unità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA