Paratie, quante «carenze» L’Anticorruzione boccia il progetto

Paratie, quante «carenze»
L’Anticorruzione boccia il progetto

La relazione dell’ente presieduto da Cantone notificata al Comune: la terza variante «non è ammissibile». Il cantiere ora è a rischio

L’Anticorruzione ha consegnato la relazione conclusiva sul progetto paratie. E le notizie, per il Comune di Como, non sono buone. Il funzionario incaricato di verificare l’ammissibilità della terza variante al progetto, quella con la quale la giunta Lucini sperava di poter sbloccare il cantiere, l’ha bocciata dal punto di vista procedurale. E, anche se dal punto di vista tecnico l’intervento è stato ritenuto doveroso, ora il Comune rischia di dover far tutto da capo. Anche perché l’Anticorruzione non è stata per nulla tenera nei confronti dei responsabili dell’opera in Comune e delle amministrazioni, soprattutto quelle guidate da Botta prima e Bruni poi.

Secondo l’Anac le «carenze» del progetto sono tali da dover spingere il Comune a rescindere il contratto con Sacaim.

I contenuti della relazione in esclusiva sul quotidiano in edicola oggi, martedì 28 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA