Parcheggi a Como, solita lotteria  Respinte trecento domande
I comaschi che hanno partecipato al sorteggio dei posti auto per i residenti (Foto by butti)

Parcheggi a Como, solita lotteria

Respinte trecento domande

In aumento i costi sia per i posti gialli che per i posti blu. Sono state complessivamente 1.800 le richieste arrivate dai cittadini

Come ogni anno, c’è chi esulta e chi impreca contro la buona sorte. La “lotteria” dei posti auto per residenti è, da sempre, uno fra gli eventi più attesi dai comaschi. Ieri, infatti, un nutrito gruppo ha assistito al sorteggio. Per la legge sulla privacy, nessun nome e cognome mostrato, sostituiti dal codice fiscale e dal numero di targa.

Sono arrivate 1071 richieste per l’abbonamento agevolato su strisce blu e 610 richieste per posto auto residenti su strisce gialle, a fronte, rispettivamente, di 968 disponibili su strisce blu e 355 su gialle. Totale: le domande superano la disponibilità di 358. Però, come sottolineano da Csu, la cifra non corrisponde con il numero degli esclusi poiché, per esempio, i residenti della città murata possono avanzare più domande nelle zone contigue alle mura. Inoltre, dipende anche dalle zone maggiormente scelte.

Il dato sugli esclusi sarà definito con maggiore precisione attorno a metà gennaio. I sorteggiati riceveranno nei prossimi giorni una raccomandata con la lettera di assegnazione e l’avviso di pagamento, da effettuale entro il 31 dicembre 2019.

Fra le zone più richieste, i parcheggi gialli della zona due, vale a dire giardini monsignor Maggiolini, piazza Roma, piazza Perretta, via Juvara, via Albertolli e via Bianchi Giovini, ha 110 persone in lista d’attesa. Nella zona dieci, cioè via Recchi e piazza Volta, la lista d’attesa arriva a 113.

Come lo scorso anno, il sorteggio è stato effettuato da un software. I codici sorgente e l’algoritmo sono stati depositati al comando di Polizia locale. Tutti i dati e le liste d’attesa, divise per zona, sono pubblicate sul sito www.csusrl.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA