Parcheggi abusivi in piazza Cavour  Il Comune si sveglia: «Via i posti»
Gli automobilisti continuano ad utilizzare la zona del salotto buono per lasciare l’auto in sosta, nonostante i divieti (Foto by butti)

Parcheggi abusivi in piazza Cavour

Il Comune si sveglia: «Via i posti»

Il casoIeri le prime multe per divieto di sosta. Il comandante: «Faremo controlli serrati»

Nel frattempo sono partite le verifiche per un diverso assetto degli spazi con la posa di fioriere

Il Comune si muove sulla vicenda delle auto parcheggiate - anche per ore - abusivamente in piazza Cavour sia nella porzione di fianco all’hotel Metropole che in quella di fianco alla pasticceria Monti. Ieri sono stati effettuati una serie di controlli da parte della Polizia locale, altri ne verranno fatti nei prossimi giorni e si sta studiando un nuovo assetto (che passa, però, anche da nuovi atti formali e quindi non immediati). «Si è purtroppo instaurata una prassi negativa nell’ultimo periodo - interviene il comandante Donatello Ghezzo - con una serie di abusi che in passato non si verificavano. Parliamo di una situazione che non è così da mesi, ma che si è accentuata recentemente. Noi possiamo contrastarli con controlli e multe, cosa che stiamo facendo».

Poi aggiunge: «L’intenzione è quella di ridurre gli spazi modificando il posizionamento delle fioriere, nel lato verso il Metropole, limitando gli stalli per il carico e scarico a un paio. Una decisione che dovrà essere valutata con il settore strade, cosa che faremo a stretto giro di posta».

In quello spazio è infatti presente apposita segnaletica (che ieri è stata ricollocata al suo posto) sulla quale si leggono anche gli orari e i giorni in cui è possibile utilizzare gli spazi (solo per il carico e lo scarico, sosta massima 30 minuti con disco orario riservata ai furgoni): giorni feriali e solamente nella fascia oraria tra le 7 e le 18. Una volta le fioriere erano posizionate diversamente e, di fatto, impedivano la sosta a un numero elevato di auto. Negli ultimi anni le condizioni sono quelle attuali, ma il malcostume non era degenerato come nelle ultime settimane. Tra l’altro all’albo pretorio del Comune non si trova l’ordinanza con cui è stata istituita la possibilità del carico e scarico in quella zona, probabilmente risalente al passato.

Sotto la lente, come detto, anche la parte opposta della piazza, quella di fianco al Monti. Lì è stato collocato, nel 2018, un cartello con il divieto di fermata fatta eccezione per taxi e noleggio con conducente. Il risultato, anche in questo caso, è però l’abuso con mezzi che anziché fermarsi per pochi minuti stazionano a lungo oltre al parcheggio di auto e altri veicoli che non ne hanno titolo. «Il tema è analogo ma non uguale - prosegue Ghezzo - e anche in questo caso aumenteremo i controlli, che è quello che possiamo fare come Polizia locale».

Non è escluso che si possa arrivare nei prossimi giorni a una sistemazione di entrambi gli spazi con l’obiettivo di evitare che il salotto buono si trasformi in un’area di sosta gratuita e abusiva. L’assessore alla Polizia locale Elena Negretti richiama i cittadini al «rispetto delle regole» e fa anche presente che «sono in corso delle valutazioni per risolvere il problema».


© RIPRODUZIONE RISERVATA