Piazza Cavour, bando per il verde  Lo sponsor rinuncia e se ne va
Il verde di piazza Cavour visto dall’alto

Piazza Cavour, bando per il verde

Lo sponsor rinuncia e se ne va

Il Comune ha indetto un bando per la sistemazione delle aiuole - La società che aveva ideato il progetto rinuncia e nessuno si presenta

Como

Niente rivoluzione verde in piazza Cavour. Il privato, infatti, ha rinunciato a presentare l’offerta e il bando indetto dal Comune per trovare uno sponsor è andato deserto. E adesso? Semplice, le aiuole rimangono nella situazione attuale.

L’idea dell’intervento era arrivata da un privato che, mesi fa, aveva sottoposto all’amministrazione comunale un progetto che comprendeva la sistemazione e la manutenzione del verde per tre anni, per un importo di 60mila euro. In cambio Palazzo Cernezzi avrebbe consentito allo sponsor di avere pubblicità (quattro targhe con dimensioni massime di 0,5 mq ciascuna) nel punto più centrale e visibile della città.

Vista l’entità della sponsorizzazione, l’amministrazione ha pubblicato un bando per individuare il privato che avrebbe dovuto eseguire i lavori. La pubblicazione è scaduta lo scorso 15 settembre, ma a sorpresa non si è presentato nessuno. Nemmeno il privato - di cui non si conosce il nome - che aveva proposto al Comune il progetto di intervento.

Nel dettaglio l’intervento ipotizzato consisteva innanzitutto nella manutenzione straordinaria (per 23mila euro): ampliamento della fascia destinata alle fioriture stagionali, trasformazione in prato delle parti di aiuole in cui sono presenti le attuali piante di Ruscus (sempreverde), chiusura con «siepe di Otto Luyken» in sostituzione della porzione di Ruscus in una specifica aiuola. Il piano comprendeva anche il rifacimento dell’impianto di irrigazione e la manutenzione ordinaria di siepi, arbusti e prato oltre alle fioriture con due avvicendamenti stagionali. Tra le curiosità aveva creato attesa l’inserimento di un’essenza che ha una fioritura con spighe tra il blu e il viola, che richiama l’onda del lago. Ma tutto questo resterà sulla carta visto che anche chi aveva pensato il progetto ha, evidentemente, cambiato idea.

Intervento del Comune

Il Comune in primavera aveva provveduto a sostituire le porzioni di siepe che si erano seccate e il verde è quindi attualmente già in buone condizioni. Qualora altri privati decidessero di intervenire si dovrebbe ripetere la procedura burocratica del bando. A gara viene messo il progetto presentato, ma chiunque ha la possibilità di poterlo realizzare in base all’offerta presentata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA