Politecnico ultimo atto: l’addio è ufficiale
Si chiude l’avventura comasca del Politecnico: in città rimarranno le facoltà dell’università dell’Insubria

Politecnico ultimo atto: l’addio è ufficiale

Il massimo organo dell’università milanese sancisce il commiato definitivo dal capoluogo lariano. Gli studenti potranno completare il loro percorso formativo con tutti i servizi già attivi. L’incognita delle strutture

Adesso è ufficiale, il Politecnico ha detto addio a Como. Il Senato accademico della storica università milanese ha deciso di tagliare il suo ramo comasco, formalizzando la scelta di non accogliere più matricole dal prossimo anno.

«Abbiamo attuato ciò che era stato già discusso con i rappresentanti della città a Palazzo Cernezzi a fine ottobre - dice il rettore Ferruccio Resta -. Senza un rilancio del Polo comasco non accoglieremo nuovi iscritti dal 2018-2019 nel corso di ingegneria informatica. Contestualmente garantiamo agli attuali studenti di poter concludere il percorso formativo con tutti i servizi già attivi».

In altre parole chi è iscritto al primo anno potrà arrivare al terzo, poi però il Polo di Como scomparirà. O almeno, non ci saranno più studenti e nemmeno i docenti, destinati tutti a migrare a Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA