Profughi, vertice in prefettura «La stazione chiusa di notte»
L’atrio principale della stazione di Como San Giovanni: di notte, nei mesi invernali, si trasforma in un dormitorio

Profughi, vertice in prefettura
«La stazione chiusa di notte»

La decisione al termine di un incontro con i responsabili delle Ferrovie , della Caritas e con i rappresentanti del Comune di Como. L’accesso all’androne principale dello scalo sarà interdetto in orario notturno per impedire l’accesso dei senzatetto

Una data non c’è ancora ma la decisione è presa. Al termine di un vertice con i responsabili di Rfi, con il Comune di Como, con i responsabili della Caritas diocesana e, ancora, con gli agenti della Polizia ferroviaria, la prefettura di Como ha deciso di chiudere, in orario notturno, l’atrio principale della stazione ferroviaria di Como San Giovanni, nel quale, da mesi, trovano rifugio decine di senza tetto, nella maggior parte dei casi profughi in attesa di asilo (anche se non manca qualche italiano). Non è chiaro, per il momento, quando scatterà il provvedimento, probabilmente tra qualche settimana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA