Posto in Comune da 65mila euro  Ma non si presentano candidati
L’ufficio del sindaco, che cerca un capo di gabinetto

Posto in Comune da 65mila euro

Ma non si presentano candidati

Bando per il capo di gabinetto scaduto venerdì, nessuna domanda

Incarico fiduciario del sindaco, ora si deciderà se cambiare i requisiti

Il bando è scaduto alle 12 di venerdì ma di domande per il posto di capo di gabinetto (per semplificare il responsabile dello staff del sindaco) a Palazzo Cernezzi non ne è arrivata nemmeno una. Certo, potrebbe esserci la sorpresa di una raccomandata ritardataria (fa fede il timbro postale), ma sono già passati ormai alcuni giorni e si andrebbe nel campo del clamoroso.

Il posto offerto ha una retribuzione lorda annua complessiva di 65mila euro (stipendio base di 43.625 euro, indennità di posizione di 11.500 e indennità di risultato annua di 10mila euro) e per partecipare, tra i requisiti richiesti la laurea magistrale in scienze giuridiche, «il conseguimento della qualifica dirigenziale nella pubblica amministrazione con direzione di uffici complessi per più di 15 anni», conoscenza della lingua inglese o di un’altra lingua dell’Unione Europea ed età non superiore a 55 anni. Proprio quest’ultimo aveva sollevato più di una critica e di una polemica.

Il bando aveva carattere fiduciario dando quindi al sindaco Mario Landriscina la facoltà totale di scegliere liberamente il vincitore tra i candidati in possesso dei requisiti previsti. E ora? Adesso sarà lo stesso sindaco a decidere con la segreteria generale come procedere e, cioè, se pubblicare un nuovo bando.

.Situazione diversa, invece, per il posto, sempre con carattere fiduciario, di addetto stampa (retribuzione di 30mila euro lordi annui). Il bando, scaduto sempre venerdì a mezzogiorno, ha visto otto domande protocollate a Palazzo Cernezzi. La commissione ora valuterà i requisiti dei partecipanti e poi sarà direttamente il sindaco a scegliere «a suo insindacabile giudizio».n 
.


© RIPRODUZIONE RISERVATA