Prestino, vandali in azione  Tagliate le gomme delle auto
Una delle auto prese di mira nel parcheggio vicino al campo sportivo (Foto by foto butti)

Prestino, vandali in azione

Tagliate le gomme delle auto

Tre i veicoli danneggiati, una testimone: «Non intralciavano». Sospetti su tracce di liquido infiammabile: volevano appiccare il fuoco?

Brutto atto vandalico nella notte tra sabato e domenica a Prestino, nell’area di sosta vicina al campetto di via Mantegna.

Tre auto posteggiate a poca distanza l’una dall’altra sono state seriamente danneggiate. Ignoti hanno forato tutte le gomme, per un totale di dodici pneumatici da sostituire. I veicoli sono una Fiat Punto, una “Grande Punto” e una Lancia Ypsilon.

A patire i danni più gravi è stato il proprietario della Fiat “Grande Punto”, che oltre alle gomme da sostituire, si è anche ritrovato con la carrozzeria seriamente danneggiata, come rigata da qualcuno che, probabilmente, ha anche tentato di appiccare il fuoco, se è vero, come è vero, che sul retro del veicolo, gli agenti delle volanti hanno anche rinvenuto tracce di un liquido che potrebbe essere infiammabile.

«Dev’essere capitato per forza dopo le 23.30, a quell’ora infatti era ancora tutto in ordine», racconta un’amica della proprietaria della Punto, reduce, come lei, da due settimane di vacanza nel corso delle quali l’auto è sempre rimasta posteggiata in via Mantegna, nello stesso identico posto e nella medesima posizione,, senza che nessuno si sia mai azzardato a fare danni. «Tra l’altro - garantisce ancora Daniela - i veicoli erano tutti posteggiati correttamente, quello della mia amica e gli altri, e nessuno intralciava».

La scoperta risale a ieri mattina, quando a Prestino è arrivata una pattuglia della volante della polizia, per procedere ai rilievi del caso e alla ricerca di elementi utili all’identificazione dell’autore, in uno spazio che, purtroppo, è del tutto privo di telecamere. Al limite si poteva confidare nella deposizione di qualche testimone, tuttavia sembra che nessuno abbia visto alcunché, da cui l’appello: «Chi ha sentito o sa qualcosa, si faccia avanti», insiste Daniela, che fatica a celare un certo disappunto, al pari della sua amica e degli altri danneggiati. Unica nota positiva della giornata, «la cortesia degli agenti, gentilissimi e professionali».

L’episodio, in ogni caso, è davvero strano. Anche perché atti del genere, in via Mantegna, non si erano mai verificati.

Viene quasi da pensare a un gesto fine a se stesso, condotto per il solo gusto di provocare un danno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA