Primavere di Como  Giovedì l’incontro  con Lucio Caracciolo
Le Primavere riempiono il teatro, giovedì l’incontro con Lucio Caracciolo

Primavere di Como

Giovedì l’incontro

con Lucio Caracciolo

Gli appuntamenti al Teatro Sociale organizzati da La Provincia. Clicca qui per prenotare il posto

Se mai ci fossimo illusi che l’Occidente, dall’analisi della sua identità, ne uscisse rafforzato e delineato con chiarezza nei suoi luminosi valori, possiamo già intuire che non sarà così. Le prime serate delle Primavere si sono succedute da marzo e attraverso logiche e sguardi diversi l’Occidente, con sua cultura, storia e prospettive è stato disegnato rapace, prevaricante e violento prima, mutevole, debole e smarrito oggi. Sul suo futuro pochi azzardano previsioni, al massimo raccomandazioni, e, fatta salva qualche benevola concessione, l’ottimismo fino ad ora è stato latitante.

Toccherà a Lucio Caracciolo giovedì, alle 20.45, delineare quello che potrebbe essere il ruolo, o il destino, dell’Europa, al confine con il caos del Medio Oriente e del Maghreb. Ma niente di nuovo sul fronte occidentale se il titolo è “L’Italia dopo l’Europa. Le radici geopolitiche della nostra crisi”. La rassegna culturale delle Primavere alla sua sesta edizione è nata da una precisa esigenza: comprendere l’Occidente e noi stessi. Niente di più efficace del sentirsi minacciati per stimolare il desiderio di ricostruire, o “fortificare”, la propria identità. In effetti da più parti si alzano voci per la difesa dei “valori dell’Occidente”.

L’ingresso alle Primavere al Teatro Sociale è libero e gratuito, tutti gli spettatori riceveranno in omaggio un sacchetto di semi della Fondazione Minoprio. Per le prenotazioni dei posti, in rapido esaurimento per la serata di dopodomani, cliccare qui


© RIPRODUZIONE RISERVATA