Riciclaggio internazionale: 19 denunce, sequestrati oro e contanti
I soldi erano nascosti nelle auto

Riciclaggio internazionale: 19 denunce, sequestrati oro e contanti

Operazione della Guardia di finanza di Como: gli “spalloni” trasportavano valuta e lingotti tra Italia e Svizzera

La Guardia di finanza di Como ha arrestato due persone e ne ha denunciate complessivamente 19 nell’ambito di un’indagine che ha svelato un’ampia attività di riciclaggio internazionale di valuta e commercio abusivo di oro. Contanti e lingotti venivano trasportati illegalmente tra Italia e Svizzera, nascosti nelle auto.

In totale sono stati sequestrati 36 chili di oro (lingotti o sterline da investimento), contanti per 660mila euro e cinque auto. I finanzieri hanno anche approfondito le modalità con le quali i destinatari finali hanno costituito il loro tesoretto all’estero, non dichiarandolo al fisco e hanno segnalato una serie di persone alle Fiamme gialle di Parma, Napoli, Genova e Trento.

Tra gli episodi più eclatanti scoperti dalla Finanza, la consegna di 138.500 euro in contanti da parte di un imprenditore lombardo a uno “spallone”, all’uscita del casello autostradale di Brescia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA