Rifiuti, la farsa dei sacchi  «Tutta colpa di una lite»
I cittadini costretti a lunghe camminate per ritirare i sacchi dei rifiuti

Rifiuti, la farsa dei sacchi

«Tutta colpa di una lite»

Como, c’è il via libera per far tornare le auto in caserma

Como

Da questa mattina stop al caos in piazzale Monte Santo. La farsa della consegna dei sacchetti per la raccolta differenziata ai comaschi è finita. Da oggi, infatti, sarà di nuovo possibile parcheggiare all’interno del piazzale della caserma De Cristoforis.

A trovare una soluzione è stato il comandante del centro documentale di Como dell’Esercito, il colonnello Massimo Artemi, indicato in un primo momento dal Comune come il responsabile del divieto alle auto di fare ingresso in caserma. Ed è proprio l’ufficiale a spiegare ciò che è accaduto: «La società che gestisce il servizio (Aprica ndr) ha deciso di fare come lo scorso anno» ovvero affidarsi a dei volontari per gestire l’afflusso delle auto. «È stata contattata un’associazione perché fornisse personale» da adibire come movieri «ma il giorno prima l’associazione ha dato forfait. Io do l’uso del suolo e della caserma, ma se Comune e Aprica non mettono del personale a garantire la sicurezza, non posso autorizzare l’ingresso delle auto. Esiste un documento di valutazione rischi da rispettare».

Risultato: due giorni di caos e di lunghe scarpinate per raggiungere la caserma, per i pochi fortunati in grado di trovare un parcheggio in zona. Da oggi però la situazione tornerà alla normalità: lo stesso comandante della caserma ha contattato gli Alpini che - manco a dirlo - si sono detti ben lieti di potersi mettere a disposizione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA