Rubano borsello in centro  Bottino da 30mila euro
Controlli di polizia in centro città (Foto by archivio)

Rubano borsello in centro

Bottino da 30mila euro

Ladro solitario in azione l’altro pomeriggio in via Garibaldi - La vittima è il rappresentante di una ditta orafa che sedeva fuori da un locale

Como

Tutto studiato o soltanto un clamoroso colpo di fortuna? Sembrerebbero propendere per questa seconda ipotesi gli investigatori della polizia che dall’altroieri sono al lavoro sul caso di un furto da 30mila euro avvenuto in pieno giorno e in pieno centro città, ai danni di un rappresentante di una azienda che produce preziosi. L’episodio risale alle 15 circa di venerdì, via Garibaldi.

La vittima ha 51 anni ed è originaria di Perugia. Sedeva ai tavolini di un locale di via Garibaldi, a pochi metri da pizza Volta. Con sé aveva un borsello griffato Louis Vuitton, pare anche un modello recente, se non il più recente in assoluto, che da solo vale un paio di migliaia di euro. Lo aveva appoggiato alla sedia, accanto a sé.

Ai poliziotti ha riferito di ricordarlo bene il presunto autore del furto che di lì a poco si sarebbe consumato.

Era una ragazzo, ha detto, dall’aria assolutamente “normale” , che gli girava attorno co il telefono all’orecchio, e a questo punto è probabile che fingesse.

All’improvviso il borsello di Vuitton è sparito, così come è sparito il ragazzo. Risulta che dentro vi fossero custoditi un orologio particolarmente prezioso e un paio di gemelli da polso, anch’essi particolarmente preziosi, più altro materiale da lavoro. C’era anche il telefono, rintracciato pochi minuti più tardi dalla polizia grazie a una di quelle applicazioni che ne consentono il rintraccio. Non era molto lontano dal luogo del furto, il ladro se n’era sbarazzato, sapendo che tenerselo con sé avrebbe comportato un rischio.

Le indagini per il momento hanno sortito pochi effetti, anche se non è escluso che qualche indicazione utile possa arrivare dalle telecamere di sicurezza che in centro storico non mancano. Benché a quell’ora di venerdì ci fosse parecchia gente in giro, sembrerebbe che testimoni diretti dell’accaduto non ce ne siano, nessuno che in altre parole abbia visto quel tizio agguantare il borsello e darsela a gambe. La vittima ha in ogni caso chiamato subito il 112, facendo intervenire le volanti, che sono arrivate dopo pochi istanti. Ha poi provveduto a sporgere denuncia dettagliata negli uffici della questura. La sensazione è davvero quella che si sia trattato del classico colpo di fortuna, beninteso per il ladro: il quale, attratto dal marchio del borsello, non poteva immaginare che dentro vi fossero anche quei gemelli e un orologio di tale valore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA