Salmo, l’idolo dei ragazzini  A Como da tutta Italia   Con mamma e papà
COMO Folla di ragazzini al concerto (Foto by foto Butti/Pozzoni)

Salmo, l’idolo dei ragazzini

A Como da tutta Italia

Con mamma e papà

All’Arena del Teatro Sociale il rapper ospite di Wow

Ragazzini in coda già a mezzogiorno. Gli organizzatori: «Felici di essere riusciti a portarlo qui»

L’esibizione dal vivo è la dimensione naturale di Salmo: il contatto con il pubblico, piuttosto trasversale (con una buona prevalenza di teenager) come la sua proposta musicale, è fondamentale per il rapper con milioni di visualizzazioni su Youtube, disco d’oro a una settimana dall’uscita di Hellvisback e disco di platino dopo due mesi. Ieri, di fronte a più di mille persone, si è esibito all’Arena del Sociale per una serata organizzata da Wow music festival e Teatro Sociale di Como, in occasione del Festival Como Città Della Musica.

Sono soddisfatti gli organizzatori: «Già dal pomeriggio - racconta Leopoldo Bianchi, direttore artistico di Wow - c’erano alcuni ragazzini fuori, in attesa dell’apertura dei cancelli. Ho incrociato un adolescente di Lucca, accompagnato dalla famiglia, che già alle 12.30 avrebbe voluto entrare per essere certo di accaparrarsi i posti migliori sotto il palco».

«Abbiamo contattato l’artista prima che ricevesse i riconoscimenti - rivela poi - Però è un nome già noto da molto tempo. Siamo felici di essere riusciti a portarlo in città. È uno dei pochi artisti che riesce a mettere d’accordo appassionati di vari generi musicali, dal rap al metal all’hardcore: la fusione dei vari linguaggi e la potenza del suo sound sono la base delle sue produzioni e la sua firma artistica.».

Il pubblico ha cominciato a entrare nell’Arena a partire dalle 19.30 mentre il concerto vero e proprio è iniziato dopo le 22.

Il rapper, presente con la band, ha conquistato la platea con un’esibizione ricca di elementi musicali diversi.

Potrebbe essere l’ultima data del 2016 per gli organizzatori di Wow? Non è ancora certo: «Al momento - continua Bianchi - non abbiamo nessun evento da lanciare. Se, però, si presentasse l’occasione, non escludiamo di proporre qualcosa magari verso la fine dell’estate o ad autunno inoltrato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA