San Rocco, gara per la rotatoria   Lavori per 5 mesi e 300mila euro
La rotonda è stata realizzata dal Comune nell’estate del 2019

San Rocco, gara per la rotatoria

Lavori per 5 mesi e 300mila euro

Il cantiere in fondo alla Napoleona dovrebbe partire a metà luglio - L’assessore: «Entro fine anno inizieremo con la rotonda di via Bellinzona»

Il Comune ha avviato la gara per individuare l’azienda che dovrà trasformare da provvisoria in definitiva la rotatoria in fondo alla Napoleona. Lavori da oltre 300mila euro che dureranno 161 giorni, vale a dire circa cinque mesi.

Gli uffici di Palazzo Cernezzi hanno pubblicato nelle scorse ore i documenti per raccogliere le manifestazioni di interesse delle aziende interessate a realizzare l’opera che prevede, oltre alla rotonda vera e propropria, anche attraversamenti pedonali, sistemazione dei marciapiedi, un nuovo impianto di illuminazione. Nel progetto che era già stato approvato in via definitiva era stato definito con precisione anche l’interno della rotatoria, che sarà a verde con una grande pianta di camelia.

«Contiamo di avviare il cantiere a metà luglio - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Pierangelo Gervasoni - ovviamente imprevisti permettendo». I lavori non creeranno problemi alla viabilità poiché la gran parte degli interventi si trovano in zone esterne alla carreggiata, visto che riguardano aiuole, marciapiedi e passaggi pedonali. Sulla rotonda di San Rocco, realizzata in via provvisoria nell’estate del 2019, i monitoraggi effettuati hanno tutti dato esito positivo e non hanno evidenziato rallentamenti significativi nel passaggio dei mezzi pubblici. Per questo motivo a Palazzo Cernezzi hanno deciso di renderla definitiva e contestualmente di mantenere spenta la telecamera all’ingresso di via Milano alta che vietava la circolazione alle auto nelle prime ore della mattina.

Il 2021 dovrebbe essere l’anno giusto anche per una seconda rotatoria, quella attesa da anni all’incrocio tra via Per Cernobbio e via Bellinzona, poco dopo Villa Olmo. Si tratta di uno dei nodi stradali cittadini dove avviene il maggior numero di incidenti e che registra, secondo gli ultimi dati disponibili in Comune, tra le 7.30 e le 8.30 il passaggio di più di 2300 veicoli che superano i 2500 la sera, tra le 17.30 e le 18.30.

Il progetto prevede una rotatoria classica centrale con allargamento, in parte, verso l’area di parcheggio posta sulla destra scendendo dalla Bellinzona oltre a illuminazione, percorsi pedonali e segnaletica. Nella relazione allegata si definiscono gli obiettivi dell’intervento, che vanno dal «miglioramento delle condizioni di sicurezza dell’intersezione» all’«eliminazione dell’attuale regolazione dell’intersezione, che si ritiene sia la principale causa dell’insicurezza percepita dai conducenti che si apprestano all’incrocio».

Complessivamente verrà migliorata la sicurezza per tutte le categorie di veicoli e dei pedoni e l’intervento dovrebbe partire, secondo l’assessore, entro la fine dell’anno. La rotonda sarà realizzata in via definitiva e non ci sarà più una fase di test, così come fatto a San Rocco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA