Sant’Anna, doppia donazione
Fegato e reni a cuore fermo

La donatrice è una donna di 72 anni sottoposta a circolazione extracorporea

Sant’Anna, doppia donazione Fegato e reni a cuore fermo
L’intervento è stato effettuato all’ospedale Sant’Anna

Como

Una donazione d’organi a cuore fermo, al Sant’Anna prosegue l’impegno a favore dei trapiantati.

Il 29 marzo una donna di 72 anni ricoverata a San Fermo ha donato fegato e reni. Il prelievo è stato effettuato dai chirurghi del centro trapianti dell’ospedale Niguarda. L’operazione all’avanguardia è stata resa possibile dall’Ecmo (Extracorporeal membrane oxygenation), un sistema di circolazione extracorporea che preserva e mantiene idonei al trapianto gli organi addominali. In sostanza, a cuore ormai fermo garantisce la circolazione e l’ossigenazione del sangue fuori dal corpo del donatore.

«Normalmente la donazione di organi - spiega Susanna Peverelli, responsabile del Coordinamento prelievo d’organi di Asst Lariana - viene effettuata da donatore in morte encefalica a cuore battente. In questo caso, invece, il cuore del donatore era fermo e di conseguenza il processo di donazione ha richiesto un elevato livello di collaborazione tra professionisti di discipline diverse quali terapia intensiva, coordinamento prelievo d’organi, oltre ai servizi normalmente impegnati nei casi di prelievo multi organo e ai numerosi specialisti che si sono alternati nella valutazione del donatore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA