Scuola, che caos Mancano 500 insegnanti

Scuola, che caos
Mancano 500 insegnanti

Como, cattedre vacanti ovunque a meno di due settimane dalla ripresa delle lezioni

Cattedre deserte, cercansi 500 docenti. Per la giornata di oggi tutte le scuole hanno convocato i collegi docenti. Peccato che manchino all’appello, tra Como e provincia, centinaia di insegnanti. I tempi sono stretti e c’è il timore che le nomine non si chiuderanno in tempo per l’inizio dell’anno scolastico, il 12 settembre. Sono in difficoltà soprattutto gli istituti tecnici, con un organico più vasto e più precario, con tante diverse materie da insegnare.

«Da noi sono più di 50 le cattedre ancora vuote - spiega Gaetana Filosa, la preside della DaVinci Ripamonti - senza contare i posti di sostegno. Con la chiamata diretta non siamo riusciti a coprire il fabbisogno di insegnanti, pochi si sono fatti avanti, per alcune materie c’è penuria di docenti, per esempio in meccanica».

Una fotografia simile a praticamente tutti gli altri istituti comaschi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA