Sempre meno bimbi  Nel nido da 60 posti  soltanto 16 iscritti
La protesta in consiglio per la chiusura del nido di Camerlata

Sempre meno bimbi

Nel nido da 60 posti

soltanto 16 iscritti

Domani il confronto tra Comune e sindacati sul piano di riorganizzazione e la chiusura di Camerlata «Quest’anno nei primi tre mesi cento nati in meno»

Asili nido sempre più vuoti, Comune e sindacati vogliono cercare comunque di garantire il servizio per 400 famiglie. Per la prima volta le liste d’attesa sono a secco. Oggi Cgil, Cisl e Uil incontreranno il vicesindaco Silvia Magni con delega all’istruzione e il dirigente del settore Franca Gualdoni, sul tavolo i nido, dopo l’addio al Nuvoletta di Camerlata la difficoltà è riuscire a mantenere gli attuali posti per bambini nonostante una riduzione del personale.

La riduzione più drastica però è sui nuovi nati. Per la precisione a Como i nati nel 2015 sono stati 635, nel 2014 689, nel 2013 700 e nel 2012 707. Le iscrizioni ai nidi sono passate da 241 del 2012-2013, a 236 l’anno seguente, poi a 262 per scendere a 198 l’anno scorso.

«Razionalizzare il servizio»

Domani alla riunione verranno presentati i dati ufficiali sulle nuove iscrizioni, a noi però risulta che se le domande pervenute dovessero essere state tutte confermate si arriverebbe comunque a circa 5 bambini in meno rispetto al totale dei frequentanti attuali, ovvero 388. Occorre pensare che la capienza degli asili nido di Como, Camerlata compreso, è pari a 525 posti, quindi 137 sono già vuoti, gli spazi insomma non mancano. Il caso forse più eclatante è il nido di Lora, la struttura può accogliere 60 bimbi, qui sono arrivate 6 iscrizioni alle quali bisogna aggiungere i 10 frequentanti che rimarranno all’asilo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA