Sesso in pieno giorno nell’area cani
Interviene la polizia: due denunciati

como, scoperti da un passante mentre hanno un rapporto nei giardini accanto la scuola

Sesso in pieno giorno nell’area cani Interviene la polizia: due denunciati

Due comaschi, un uomo di 56 anni e una donna di 64 anni, sono stati denunciati dai poliziotti della squadra volante della Questura con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico. Il motivo? Giovedì pomeriggio si sono appartati (si fa per dire) nell’area cani tra via Dottesio e via Fiume per consumare un rapporto sessuale.

La chiamata di un incredulo cittadino comasco è arrivata alla centrale operativa della polizia attorno alle 16. L’uomo ha raccontato che, passando da via Fiume, ha visto distintamente un uomo e una donna impegnati a fare sesso. Incuranti del fatto che fosse pieno giorno, che fossero visibili dalla strada, proprio accanto alla scuola.

In un paio di minuti una pattuglia delle volanti ha raggiunto l’area indicata e ha effettivamente trovato, stesi a terra - peraltro in una zona utilizzata quotidianamente come toilette dai cani - e abbracciati tra di loro un uomo e una donna, italiani, residenti a Como.

Lei ancora seminuda dalla cinta in giù, quando sono intervenuti i poliziotti.

Il cittadino che aveva chiamato il 112 ha raggiunto gli agenti e ha riconfermato quanto riferito all’operatore della centrale della Questura: sì, ha spiegato, quell’uomo e quella donna erano impegnati in un rapporto sessuale completo, come se fossero soli in una zona isolata e nascosta a sguardi indiscreti.

I due non si sono neppure cercati di giustificare con gli uomini in divisa, che dopo aver fatto rivestire la donna hanno identificato i protagonisti. Si tratta di vecchie conoscenze della Questura, una coppia nota per interventi non di grosso conto, ma che già in passato hanno dato del lavoro da fare agli agenti.

I due, alla fine, sono stati denunciati a piede libero con l’accusa di atti osceni in luogo pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True